Il content marketing e il suo posto nella strategia di crescita della tua azienda

tevin gongo Pubblicato da Tevin Gongo, le 3 March 2022

Content marketing, un’altra mania?

Il contenuto è il re. Come proprietario di un’azienda o dirigente di livello C che si occupa del rendimento di un’azienda, capisci che il marketing, specialmente quello online, è cruciale nel rendimento commerciale di un’impresa. La pensiamo tutti così su questo, ma chiunque sia coinvolto anche solo un po’ nel far conoscere l’azienda sarà d’accordo anche su questo: stare al passo con le “tendenze online” è diventato un vero tormento. Le stesse agenzie di marketing non cercano nemmeno di stare al passo con tutte le tendenze. Avrai notato che non offrono più tutti i servizi di marketing ma solo alcuni in cui sono specializzati. Un piccolo suggerimento, diffida delle aziende di marketing che pretendono di essere esperte in tutto. Non è più possibile per un’azienda seguire i cambiamenti che avvengono su ogni singola piattaforma di marketing. Le nuove tendenze appaiono ogni 18 mesi o 24 mesi e ci sembrava troppo. Come dovremmo quindi sentirci ora? Siamo fortunati se possiamo implementare una strategia di marketing per 3 mesi senza essere distratti da un altro “oggetto di marketing scintillante”.

“Fate Facebook e sarete inondati di clienti”. Ti ricordi quella volta che ogni professionista del marketing giurava su San Facebook? Quanto tempo è passato prima di sentire gli stessi esperti che ti dicevano: “Dimenticati di Facebook, Instagram è dove devi essere”? E che dire di questa conversazione, ti ricorda qualcosa? “Il mercato è ormai saturo; l’unico modo per vincere è usare gli annunci a pagamento. Le aziende serie usano gli annunci di Google per superare la concorrenza. “Di quanto avete poi aumentato il budget di marketing della vostra azienda dopo essere stati bombardati per mesi con consigli simili? E non dimentichiamo le discussioni specifiche per lo spazio B2B. Se come Halifax Consulting sei in questo spazio, scommetto che non c’è una settimana che passa senza che tu senta parlare di LinkedIn e della tua necessità di pubblicare su questa piattaforma se vuoi continuare a superare la tua concorrenza. “Le aziende B2B non possono prosperare senza pubblicare su LinkedIn”. Anche questo è qualcosa che devi aver sentito spesso.

Facebook, Instagram, LinkedIn… Così tante opzioni! E ora quest’ultima: il content marketing!

Siamo tutti d’accordo che il marketing è importante, ma in un ambiente in cui si sente qualcosa di nuovo ogni 3 mesi, non possiamo biasimare i dirigenti per essere un po’ cauti. Con l’ultima, il content marketing, come dovrebbero reagire gli imprenditori? Ora sentiamo dire che il contenuto è il re. È vero? Quanto è reale questa nuova tendenza? Non è solo una nuova mania che quei professionisti della comunicazione stanno usando per far pagare alle imprese più soldi (a volte molti) per poter finanziare il loro stile di vita lussuoso? Dopo tutto, i più cinici tra noi percepiscono i marketer come una razza speciale di professionisti la cui missione (o arte) consiste nel creare tendenze dal nulla prima di convincere tutti gli altri dell’importanza di quella nuova tendenza per la loro sopravvivenza. Questo è davvero cinico ma a volte vero, ammettiamolo.

Content marketing? Cos’è esattamente?

Allora, cos’è il content marketing? Bella domanda, iniziamo a definirlo. In poche parole, è una forma di marketing che utilizza vari tipi di contenuti, come articoli, post di blog, video o podcast per far passare un certo messaggio. Si parla spesso di content marketing in relazione ai social media: Facebook, Instagram, LinkedIn. Questo è vero, ma c’è molto di più se si vuole fare bene. Pensa anche a YouTube, ai podcast, alle email, agli articoli che puoi pubblicare sul tuo sito web, sul tuo blog, su Medium, Wikipedia…

Detto in parole semplici, stai pubblicando dei contenuti, il più possibile per costruire quel fattore KLT di cui hai bisogno per trasformare una persona lambda in un cliente pagante. Con KLT, ci riferiamo a quel famoso Know, Like and Trust, un concetto di marketing ben noto e utilizzato da ogni marketer serio. L’idea alla base di questo approccio è di concentrarsi sull’attrazione del cliente ideale assicurandosi che sia sempre esposto a qualche informazione pertinente al suo bisogno, ovunque si trovi nel processo di acquisto: inconsapevole di un bisogno, attivamente alla ricerca di una soluzione o in qualsiasi fase intermedia. Si tratta di esporre il cliente ideale con così tanto materiale di qualità e su una base così regolare che il materiale è sufficiente per convertire quella persona in un cliente fedele e pagante.

Nel content marketing al suo meglio, il tuo contenuto diventa il tuo venditore! Non è fantastico? Soprattutto se non hai milioni da buttare in annunci a pagamento. Se,invece, avete tale budget, gli annunci a pagamento, fatti bene, sono un grande strumento, forse il più potente. Con un budget massiccio e le capacità di targeting offerte da aziende del calibro di Google, Facebook, LinkedIn sarete sempre in cima alla lista dei vostri clienti ideali. Ma se non avete un tale budget, il content marketing è una grande strategia perché permette alle aziende più piccole di osare sfidando i grandi attori del loro settore. Quelle aziende affermate si affidano troppo spesso alla loro pesante strategia di annunci a pagamento, senza rendersi conto che il loro pubblico preferisce ciò che sembra più organico e personalizzato.

Quindi, per qualsiasi azienda là fuori, il content marketing è una grande strategia.

I numeri parlano?

“Tutto quello che bisogna fare è pubblicare informazioni di qualità, su base regolare. Più sono, meglio è, come si dice. Sembra un sacco di lavoro. Ad essere onesti, sembra così perché lo è. Lo è ma la ricompensa è grande come le statistiche possono confermare. Quasi l’80% dei clienti B2C prendono le loro decisioni d’acquisto in base ai contenuti che le aziende condividono. Smart Insights menziona anche che il 70% degli utenti di Internet dice di preferire l’apprendimento di un prodotto ed eventualmente dell’azienda, attraverso il contenuto piuttosto che la pubblicità tradizionale. Questi numeri sembrano corrispondere all’esperienza che le aziende stesse riportano. Molti dirigenti dicono che la creazione di contenuti porta più valore al business che le forme tradizionali di marketing: biglietti da visita, siti web di lusso, fiere, annunci radiofonici… E, ultimo ma non meno importante, anche i marketer si sono adattati e stanno scommettendo su questa tendenza. Secondo l’88% dei marketer che hanno risposto a un sondaggio su canale di marketing ben conosciuto per il 2022, hanno risposto che spenderanno di più nel content marketing.

Questo è dovuto alla crescente popolarità del content marketing e alla sua capacità di guidare il traffico, ottimizzare i visitatori del sito web per i motori di ricerca e migliorare la fedeltà dei clienti. Il content marketing è riconosciuto come un modo efficace per aumentare la consapevolezza del marchio, convertire i lead in clienti e aumentare le vendite.  

Smartphone, maledizione o opportunità? Dipende da come la guardiamo

Il web mondiale è diventato un potente mercato. Con miliardi di persone che hanno accesso a internet, le persone sono in qualsiasi momento a pochi minuti di distanza dal diventare un cliente (se non il tuo, di qualcun altro, puoi starne certo). A pochi minuti di distanza! Non è uno scherzo. Pensaci, quanti minuti al giorno il tuo cliente ideale è lontano da quel piccolo dispositivo che gli permette di parlare con i suoi cari? E se non ne hai idea, rispondi per te stesso, perché sicuramente sei ancheJ tu il cliente ideale di qualcun altro.

E quando è stata l’ultima volta che avete incontrato qualcuno il cui telefono non aveva una connessione internet? Non è mai successo, vero? Guarda qui, nel 2020, il numero di utenti unici di internet mobile era di 4,83 miliardi. Questo indica che oltre il 91% della popolazione globale di internet ha usato un dispositivo mobile per andare online. Questa tendenza non si è affievolita e non si sta ancora affievolendo del tutto; si prevede che il possesso di dispositivi mobili e l’uso di internet aumenteranno in futuro, poiché le tecnologie mobili stanno diventando più accessibili e disponibili che mai. Così tutti sono connessi quasi 24 ore su 24 per essere connessi ai loro cari.

Ultima domanda, cosa fanno le persone durante il loro tempo libero, quando non messaggiano o parlano con i loro cari? Hai capito bene, navigano su Internet dove si trovano a un solo clic dalla tua proprietà online: una pubblicazione sul tuo sito, il tuo blog, FB, IG, LinkedIn o perché no TikTok 😉

Pensandoci, quanto è ironico? Quel bellissimo “gadget” che abbiamo voluto per poter rimanere connessi ai nostri cari finisce per essere il dispositivo che così spesso ci distrae dai nostri cari. Il nostro telefono non ci mette in contatto con i nostri cari, ma con Internet. Ma di questo ne potremmo parlare in un altro articolo ;-). Per quanto sia triste per le relazioni personali, l’opportunità per le aziende in generale e per la tua in particolare sta in tutti quei momenti in cui puoi catturare l’attenzione del tuo cliente ideale. Quell’opportunità accade molte volte al giorno con centinaia, migliaia, milioni di tuoi clienti ideali. E se quell’attenzione può portare ad una vendita per la tua azienda, capisci come possiamo facilmente affermare che questa attenzione per la tua azienda vale letteralmente migliaia di euro, sterline, dollari o qualunque sia il tuo denaro locale. Questo è denaro lasciato sul tavolo. Se non lo prendi tu, puoi essere sicuro che lo farà il tuo concorrente. L’attenzione di quel cliente è come un bitcoin, nessuno sa esattamente quanto vale nel momento in cui riesci a prenderlo, ma se lo prendi e lo tieni abbastanza a lungo, puoi essere sicuro che il denaro non sarà mai un problema.

Alcuni consigli per la tua strategia di content marketing

Come abbiamo già detto prima, il content marketing ben fatto è un sacco di lavoro. E come ogni cosa che richiede molto sforzo, è meglio prepararsi per il lungo termine. La prima cosa da fare prima di buttarsi a capofitto e creare un sacco di contenuti è sviluppare una strategia di contenuti. Questo include l’identificazione del tuo pubblico e dei suoi bisogni. Ricorda che non si tratta solo di produrre contenuti. Si tratta soprattutto di produrre contenuti di qualità! Non pensare in termini di produzione di contenuti generici e noiosi. Pensate in termini di produzione di contenuti specializzati e coinvolgenti che entrino in risonanza con il vostro pubblico. Assicuratevi anche di seguire chiunque sia coinvolto nel vostro contenuto… Fatelo sentire parte di una comunità. Evita l’errore di prestare attenzione al tuo pubblico solo fino a quando non diventa un cliente. Il content marketing non serve solo ad attirare nuovi clienti. Si tratta anche di mantenere quelli esistenti, assicurandosi che si sentano mantenendo il loro ambiente.  

Come tutti abbiamo capito ora, il content marketing consiste anche nell’essere prolifici con i vostri contenuti. Quindi viene la domanda, come si fa a creare un sacco di contenuti? In realtà non è così difficile come si potrebbe pensare. Ovviamente puoi affidarti ad agenzie specializzate, ma non te lo consiglio particolarmente. Per 2 motivi, il primo è che costerebbe alla tua azienda un sacco di soldi. Stiamo parlando di un contenuto di qualità, un contenuto che usi il tono della tua azienda, che rifletta il tuo valore, la tua missione… quel livello di qualità ha un costo, credimi. La seconda e forse ancora più importante ragione è che le agenzie, per quanto brave, non conoscono la tua azienda così bene come la conosci tu e il tuo team. Approfitta delle tue risorse interne: i tuoi direttori, i tuoi assistenti personali, i tuoi consulenti, i tuoi clienti.. attuali e passati. A mio parere non c’è contenuto migliore di quello scritto da te, dal tuo team o da chiunque conosca veramente ciò che offri e rappresenti. E se proprio vuoi usare un’agenzia esterna, il mio consiglio: non fare di tutto per risparmiare perché ti si ritorcerà contro alla grande. Non c’è niente di peggio che essere percepito come un imbroglione dal tuo stesso pubblico. Vale la pena pagare il prezzo di un’agenzia che si prenderà il tempo per capire la vostra azienda al punto che il contenuto che produrranno sarà autentico.

Per quanto riguarda il contenuto, tutto ciò che riguarda te e la tua azienda è buon materiale, purché sia autentico. Vuoi che il tuo contenuto riveli che sei un leader nel tuo settore. Preferisci argomenti specializzati a quelli generali, ma questo non dovrebbe impedirti di condividere cose leggere e divertenti. Il content marketing non riguarda solo la vendita dei tuoi servizi. Si tratta di KLT, ricorda. Si tratta di creare quel rapporto con il tuo pubblico. Un tale rapporto implica anche che tu condivida informazioni non particolarmente legate al tuo servizio ma alle persone coinvolte nel processo. La parola chiave è “autenticità”. Ecco perché anche se ti vedi come un’azienda seria, che offre un servizio serio, non aver paura di usare una piattaforma come TikTok per esempio. Come regola generale, vuoi che il tuo contenuto sia rilevante per il tuo pubblico specifico, coinvolgente e naturalmente aggiornato.

Oltre al contenuto, dovrai assicurarti di fornire una buona esperienza all’utente. Questo include assicurarsi che tutti i siti siano facili e piacevoli da navigare. Usa anche un mix di video, post, immagini, audio… Sorprendi il tuo pubblico non solo con il contenuto di qualità ma anche con il formato interessante. Ultimo ma non meno importante, dovresti anche assicurarti che il tuo sito sia SEO friendly in modo che i clienti trovino quello che stanno cercando rapidamente e facilmente.

Conclusione

Content Marketing è la parola d’ordine più calda nel marketing, ma contrariamente ad alcuni altri argomenti legati al marketing, il content marketing è il vero affare. È certamente utile se non avete un grande budget per la pubblicità a pagamento, ma anche se lo fate, il content marketing dovrebbe essere la spina dorsale della vostra strategia di marketing. Non importa in quale settore ti trovi, investire nel content marketing ti aiuterà sicuramente a distinguerti dalla folla, ad ottenere più visibilità e a far crescere il tuo business.

In Halifax Consulting, abbiamo davvero visto il beneficio del content marketing. Non solo porta l’attenzione sul tuo business, ma aiuta davvero il processo di vendita. Se hai prodotto informazioni di qualità, hai solo bisogno di avere una comprensione decente delle vendite per convertire davvero l’interesse in una vendita. Fateci sapere la vostra esperienza con il content marketing.


  • Logo linkedin